Koordináták 510

Uploaded 2020. október 11.

-
-
374 m
293 m
0
3,3
6,6
13,21 km

Megtekintve 125 alkalommal, letöltve 8 alkalommal

közel Ceresole Alba, Piemonte (Italia)

TERRE ROSSE, BOSCHI E PESCHIERE

INTRODUZIONE
Ceresole d'Alba è un piccolo paesino che consta poco più di due mila abitanti, ed è il comune del Roero situato più a Nord. Oggi Ceresole è un importante centro per le produzioni zootecniche ed agricole.
La maggior parte del territorio è caratterizzato dalla presenza di terreni umidi che hanno favorito il formarsi di laghetti artificiali detti comunemente peschiere o tampe.
L’insediamento delle peschiere è sicuramente favorito dalle terre argillose (terre rosse): oggi nel territorio di Ceresole si contano oltre 100 peschiere.
Le prime testimonianze di attività umana in questo territorio risalgono alla preistoria, mentre non si hanno agganci toponomastici all’epoca romana.
Ceresole entra nella storia nel 1041, con la conferma da parte dell’imperatore Enrico III del possesso al Vescovo di Asti. All’inizio del ‘200 viene infeudata dal vescovo alle famiglie “de Montaldo” e “de Anterixio”. Dopo varie vendite feudali, entrano a far parte della storia ceresolese la famiglia Roero, più precisamente a partire da Filippo Roero si originano i cosiddetti Roero di Ceresole. A partire dal XV secolo il paese diviene lo scenario di battaglie francesi e spagnole. Nell’ultimo quarto del ‘600, l’ultimo erede Roero, Francesco Bernardino vende il palazzo in cui risiedeva e muore pochi anni dopo.

PERCORSO
Il mio percorso odierno parte dal centro del paese in direzione della Chiesetta della Madonna dei Prati, dove si tiene la strada sulla destra per inoltrarsi nella campagna.
Seguendo sempre questa si passa davanti alla Cascina Aprile e dopo la Cascina Becci.
Dopo la Cascina Becci inizia un sentiero sterrato che si segue per poche centinaia di metri per svoltare a destra. Si transita davanti al Lago Ternavasso e ad altre peschiere tipiche del territorio.
Seguendo la sterrata si giunge a un bivio, dove si mantiene la destra e si mantiene il sentiero fino a raggiungere la strada asfaltata. Si incontrano su questa strada il Pilone Votivo di San Giorgio, la Cascina Priola e la Frazione San Bernardo.
Si segue sempre la strada asfaltata fino al Pilone Votivo di Santa Liberata dove si svolta a destra, dove dopo essere passati su sterrata si incontra la Cascina Bornera.
Il sentiero prosegue nel bosco per incontrare dopo alcuni chilometri la strada asfaltata. Si svolta a destra e dopo alcune centinaia di metri, in prossimità della cascina Bianca, si svolta su sterrata a sinistra. Si costeggia la peschiera della Cascicna Maridone e poi i suoi ruderi.
Dopo alcune centinaia di metri si torna su asfaltata, incontrando un Pilone Votivo e dopo la Chiesa di Sant'Antonio. Si ritorna così nel centro dell'abitato per chiudere il percorso ad anello.

BUON CAMMINO
Waypoint

Chiesetta della Madonna dei Prati

Waypoint

Cascina Aprile

Waypoint

Cascina Becci

Waypoint

Lago di Ternavasso

Waypoint

Pilone di San Giorgio

Waypoint

Cascina Priola

Waypoint

Frazione San Bernardo

Waypoint

Pilone di Santa Liberata

Waypoint

Cascina Bornera

Waypoint

Sentiero nel bosco

Waypoint

Cascina Maridone

Waypoint

Pilone Votivo

Waypoint

Chiesa di Sant'Antonio

Waypoint

Ceresole d'Alba

Hozzászólások

    You can or this trail